NEI DINTORNI

La nostra posizione centrale nel contesto ibleo, permette ai nostri ospiti di avere la possibilità di visitare, innanzitutto, la meravigliosa Ibla, la parte più antica della città. Essa si sviluppa in lunghezza, sorgendo su uno dei colli più bassi della catena dei Monti Iblei. 
Nelle immediate vicinanze della nostra struttura, potrete ammirare il vanto di tutta la città, il superbo capolavoro dell'Architetto Rosario Gagliardi, il famoso Duomo di San Giorgio e il relativo Museo del Duomo. 

Scendendo dalla piazza del Duomo, potrete godere della vista dei numerosi palazzi signorili sorti dopo il sisma che nel 1693 distrusse quasi tutta la Sicilia orientale, risparmiando ben poche cose. 
La passeggiata, tra un'inferriata bombata e i grandi portoni dei palazzi nobiliari, e le chiese e le fontane e le basole, tutti testimonianza dello stile tardo barocco che caratterizza questo centro storico, vi condurrà infine a godere di un po' di relax presso I Giardini Iblei, una sontuosa villa pubblica donata da alcune importanti e nobili famiglie agli inizi del secolo scorso. 
E proprio presso I Giardini potrete ammirare ancora ben tre antiche chiese e quel che resta dell'antica quattrocentesca Chiesa Madre San Giorgio, di cui si ammira oggi solo un portale laterale. 
E quello che si può raggiungere dalla nostra struttura, a piedi, non finisce qui. Ibla rappresenta un gioiello per tutta la Sicilia. 

Con le sue viuzze e vicoli che si aprono in piazze su cui, spesso, si staglia un'antica Chiesa o un palazzo, come nel caso, per esempio, della piazza Chiaramonte su cui potrete ammirare l'antichissima Chiesa dell'Immacolata. 
O in cima, raggiungibile dalla scalinata dietro il Duomo, la piazza detta "Distretto", ex piazza d'armi del vecchio distretto militare e, suo tempo, corte interna dell'antico castello dei Chiaramonte. 
E sulla piazza il meraviglioso Palazzo Arezzo. E che dire tutto ciò si può ammirare proseguendo alle spalle del Duomo, immergendosi in quel intricato e attraente intrecciarsi di stradine. 
E, ancora, palazzi e chiese, e balconate con inferriate bombate e mascheroni decorativi, e vicoli e strette scalinate che sembrano arrampicarsi l'una con l'altra per poi scendere ancora, fino all'altro quartiere, detto degli Archi, con la sua meravigliosa chiesa dedicata alle Anime Sante del Purgatorio. 

Impossibile tacere sulla stupenda Chiesa dell'Itria, S. Filippo Neri, S. Rocco, palazzo Cosentini e Sortino Trono, o, poco più sopra, l'antichissima chiesa di S. Maria delle Scale, per citare solo i monumenti più conosciuti, simbolo di un periodo artistico e architettonico che ha riempito la nostra Ragusa dello splendore che oggi si può ammirare. 
Ma Ragusa non si ferma a questo. Numerosi altri monumenti risalenti alla ricostruzione post sisma si trovano nel nuovo centro storico come il palazzo Schininà, attuale sede Vescovile, la stupenda Cattedrale dedicata a S. Giovanni Battista, la chiesa dell'Ecce Homo e ancora i palazzi Bertini e Zacco. 

E nella nuova parte della città si può ammirare non più l'intersecarsi irregolare di stradine, vicoli, piazze e scalinate che riecheggiano di quell'antico splendore che la città ebbe prima del terremoto, ma una pianta del tutto regolare, ben progettata, con strade larghe e meno larghe le une ora parallele ora ortogonali alle altre, come una scacchiera ben studiata. 
Da visitare, di certo, è anche la frazione di Marina di Ragusa, la Ragusa sulle coste del Mediterraneo, una delle mete più ambite dai turisti di ogni dove per la bellezza delle spiagge e del mare. Abitata sin da sempre da nuclei di famiglie dedite alla pesca, si è trasformata nell'ultimo secolo in uno dei polmoni della nostra città, meta indiscussa anche per le nostre vacanze. 

E per gli amanti della natura, Ragusa offre anche la sua parte campestre, le sue campagne. La zona di San Giacomo, per esempio, un tempo zona rurale, oggi zona, insieme ad altre, molto abitata e dedita, in particolare, allo sviluppo di tutto ciò che riguarda l'agricoltura e l'allevamento, offre uno spettacolo incantevole. 

E che dire delle riserve naturali e dei parchi della Forestale, nei quali sembra che il tempo si sia fermato e ogni rumore moderno zittito, ed ivi è possibile assaporare ogni singolo profumo che la natura offre... è questa Ragusa, un'immensa varietà di luoghi che aspettano solo di essere scoperti, e amati.